• Un’azienda che voglia essere certificata bio è sottoposta a una serie di controlli su tutta la filiera produttiva. Gli alimenti biologici devono essere trattati senza aromi artificiali, coloranti o dolcificanti e non possono contenere organismi geneticamente modificati (OGM).

    La coltivazione, la trasformazione e la distribuzione di prodotti biologici, assieme alla loro importazione, è sottoposta a regolamenti europei che ne determinano le norme produttive, il sistema di controllo, le caratteristiche dell’etichettatura e le modalità dell’importazione dai paesi extra UE

  • La certificazione Vegan attesta che nella produzione in questione non siano impiegati alimenti, ingredienti, coadiuvanti e ausiliari di fabbricazione di origine animale e che non siano utilizzati nell’intero ciclo di produzione coadiuvanti tecnologici, filtri, membrane e altri ausiliari di fabbricazione di origine animale

  • La certificazione FDA fa parte delle autorizzazioni alla vendita di prodotti alimentari negli Stati Uniti d’America. La FDA salvaguarda la salute dei cittadini controllando severamente che tutti i prodotti che entrano nel territorio statunitense siano a norma di legge e rispettino precisi requisiti